La pallavolo per tutti è possibile

Pubblicato il Pubblicato in Giornali - Media

 

IMG-20160320-WA0031

Il sogno di ogni Società è quello di creare una proposta vincente. Di sviluppare un’idea che dia dei risultati agonistici e nello stesso tempo renda felici e partecipi i propri iscritti. Donare emozioni sportive ma nello stesso tempo lavorare su una crescita psicofisica importante e performante su ogni atleta. Un vecchio adagio di dirigenti saggi dice:” Quando la palla gira siamo tutti avversari, l’importante è vedere cosa succede quando la palla smette di girare e volare da un campo all’altro.”.

La POLISPORTIVA COMUNALE ALBANO ALBALONGA VBC vuole portare avanti un’idea ben precisa.  Un progetto nato dalla volontà di proporre lavori mirati per ogni singolo atleta ed amatore. Dal piccolino di cinque anni che varca la soglia del mondo dorato del volley per la prima volta,  all’appassionato che ha sempre voluto cimentarsi con bagher e schiacciate, passando per gli atleti “nobili” che donano sacrificio e sudore in palestra puntando senza tregua al loro obiettivo personale e di squadra. Tutte queste persone devono avere la possibilità di catturare e fare proprie le emozioni del volley. Tutte queste persone devono confrontarsi con le diverse sfaccettature dell’essere atleti e, ognuno a modo proprio, deve vincere la propria sfida personale.

image

“Il settore promozionale è proprio questo.” ci dice uno dei tecnici chiave del progetto Alessandro Caruso. “ Due sono le facce di questa bellissima medaglia. La prima è il Minivolley, il primo passo fondamentale su cui ogni Società deve puntare. Troppo spesso questo settore viene inteso come semplice strumento di guadagno societario viste le poche spese federali e di gestione. Mai concezione fu più errata secondo noi. Il Minivolley rappresenta le fondamenta di ogni società che punta in alto, ma non a livello economico, soprattutto a livello tecnico e di sviluppo. Proprio per questo vanno selezionati allenatori adatti che sappiano creare uno staff di lavoro adatto e coeso e che abbiano un’empatia importante e istantanea con i piccoli atleti. Daniela Oliva e Vincenzo Ferrise sono i nostri punti di forza. Esperienza decennale in ambito Fipav e Uisp oltre ad un continuo lavoro mirato su una fascia di età fondamentale.

Il bambino e la bambina che entra in palestra deve capire fin da subito che è  entrato in un luogo di benessere e divertimento ma anche di attività e lavoro. Deve divertirsi seriamente ed imparare a lavorare seguendo le istruzioni date dall’insegnante. Né un allenatore né un educatore, un “Alle-ducatore”, passatemi il neologismo anche se di neo ha davvero poco, che deve arrivare alla mente e al cuore di ogni piccolo atleta e l’unico modo per farlo è tramite le emozioni che l’attività fisica comporta. Il sorriso, ma anche qualche urlaccio al momento opportuno, possono creare i presupposti per un lavoro fruttuoso futuro.

La seconda faccia del settore Promozionale “continua il Tecnico “è il movimento amatoriale. Chiariamo subito che ho sempre valutato dispregiativo definire un gruppo “amatoriale”. Lo trovo poco consono al lavoro che viene fatto in palestra e poco rispettoso per tutti gli atleti, under ed over che siano, che si impegnano in base alle loro capacità.

Ma allora perché non inserirli in gruppi agonistici classici? Tutto si raggruppa in una parola: Disponibilità.

Studio, Università e a volte lavoro chiudono le porte sportive a molti giovani tarpandogli le ali. In questi gruppi si creano i presupposti per un lavoro comunque di tipo agonistico ma con una gestione dell’impegno meno pressante. Negli anni, da gruppi come questo sono usciti giocatori che ora militano in campionati di categoria provinciale e regionale e che magari non avrebbero mai messo piede in palestra a causa dei loro impegni di vita quotidiana. Con noi possono farlo e sicuramente non entreranno in palestra con il concetto: dategli il pallone e fateli giocare. Si lavora e si cresce. Questo l’obiettivo. Gli Albalonga Bears e il Team Amatoriale sono un progetto nato diversi anni fa ed in divenire. Nato da alcuni genitori che “volevano fare due tiri” ora sono diventati team a tutti gli effetti. Proposta over per neofiti ed ex-giocatori con due/tre allenamenti settimanali e campionato ufficiale Master/Élite Uisp. Anche qui si lavora e si cresce in base alle potenzialità e soprattutto non mancano le vagonate di pizza e pastarelle post allenamento e post gara.”

Il settore promozionale è fondamentale. Soprattutto per il lavoro sul territorio. Albano Laziale ha bisogno di settori come questo che muovano le masse e le rendano più coese e unite verso obbiettivi comuni. Sappiamo di fare cosa gradita alla comunità tutta e il sostegno e l’appoggio degli Enti Comunali ci riempie di orgoglio per il prosieguo del nostro cammino.”

E’ sempre banale dirlo ma è comunque importante ripeterlo, si va lontano solo viaggiando insieme.

Fonte: Metà Magazine